Daniela Di Stefano

Mi chiamo Daniela Di Stefano sono nata a Roma , ma vivo in una piccola cittadina sul mare a Santa Marinella madre di due figli ormai grandi , ho sempre amato dipingere e creare sin da bambina e per una casualità mi sono imbattuta nel recupero di vecchie sedie a cui ero molto affezionata , da qui si può dire inizi la mia grande passione , sperimentando , studiando , provando , sbagliando ho capito che qualunque oggetto , mobile , sedia , può e deve avere una seconda possibilità , una seconda vita , perché dentro ad ogni mobile si cela una sua storia. L’amore per questo lavoro mi porta a non stravolgere le cose ma a intervenire in maniera delicata . Sono altresì alla ricerca continua di nuove tecniche non solo pittoriche , attraverso l’utilizzo di materiali di supporto quali mascherine stencil , con cui eseguo con lo stucco effetti materici in rilievo , oppure effetti di venature del legno ove non siano naturali, con il venalegno . Adoro i pigmenti , che mi consentono di creare colori unici e particolari , le patine a cera colorate sia dense che liquide che confluiscono morbidezza ed elasticità al mobile , le cere neutre, e gli elementi naturali che spesso utilizzo per dare profondità come il gesso , o colorare come i fondi di caffè o il tè.

I lavori  e le consulenze offerti nel presente sito sono opera del mio ingegno, dichiaro di non esercitare l’attività del commercio al dettaglio di detti articoli o delle consulenze in forma professionale bensì di praticarla in modo sporadico (commercio occasionale) non soggetto quindi alla discipline commerciali contenute nel D. Lgs 114/98 il quale, viceversa, regola le attività di commercio in forma professionale e continuativa.Con la presente dichiaro quindi, ai fini dell’applicazione dell’art. 4 comma 2 lettera h del Decreto legislativo del 31 Marzo 1998 n. 114 di esporre e di porre in vendita, in maniera occasionale e saltuaria, prodotti che sono il risultato e l’opera della mia creatività ed ingegno, che rientrano quindi nell’art. 4 comma 2 del D. Lgs 114/98 e non essere obbligata, di conseguenza, ad iscrivermi in nessuno dei Registri (obbligatori per gli imprenditori commerciali professionali) presso nessuna Camera del Commercio del Territorio Italiano in relazione agli articoli trattati.